La vedova Socrate

Lella Costa
Stagione
2021/2022

di Franca Valeri liberamento ispirato a La morte di Socrate di Friedrich Dürrenmatt

con Lella Costa

regia di Stefania Norsa Bonfadelli

 

produzione: Centro Teatrale Bresciano

progetto a cura di Mismaonda

Liberamente ispirato a La morte di Socrate di Dürrenmatt, il monologo è ambientato nella bottega di antiquariato di Santippe, la moglie del filosofo tramandata dagli storici come una delle donne più insopportabili dell’antichità.
“Mi incuriosiva l’idea di sfatare questa leggenda che Santippe fosse solo una specie di bisbetica – racconta l’autrice – Io ne faccio una moglie come tante, con una vita quotidiana piena di alti e bassi, una donna forte e intelligente che del marito vede anche i tanti difetti”.
Ne nasce un testo che è un concentrato di ironia corrosiva e acuminata analisi sociale, rivendicazione disincantata e caustico divertimento.

Nella irridente ed umoristica rilettura di Franca Valeri, Santippe finalmente può dire la sua su tutto quello che è stato il suo matrimonio e su quello che le hanno fatto passare gli amici di Socrate, da Aristofane e Alcibiade; una masnada di buoni a nulla, tra i quali primeggia Platone, che è il bersaglio polemico preferito della irrefrenabile vedova.

Prossime
date

Cinecity

Via Arcobaleno, 12 – Lignano Sabbiadoro (UD)

Info / prenotazioni

tel: 334 105 8083

email teatro: cinecitylignano@gmail.com

email ERT FVG: biglietteria@ertfvg.it

 

Date
precedenti

la vedova socrate
la vedova socrate
la vedova socrate
la vedova socrate
la vedova socrate