un’opera di Andres Angulo, Björn Leese, Johannes Stubenvoll, Thomas van Ouwerkerk, Michael Vogel

con: Andres Angulo, Johannes Stubenvoll, Thomas van Ouwerkerk

regia di Michael Vogel
co-Regia: Bjoern Leese Maschere: Hajo Schüler

det: Felix Nolze, Rotes Pferd Costumi: Mascha Schubert Sound Design: Dirk Schröder

musica: Maraike Brüning, Benjamin Reber

piano: Maraike Brüning

cello: Benjamin Reber, Majella Münz, Marie-Louise Wundling

canzone “Hold on“: Marlena Käthe

luci: Reinhard Hubert

direttore di produzione: Gianni Bettucci

assistenti di produzione: Dorén Grafendorf, Carolin Hartwich
foto: Simon Wachter

 

produzione: Familie Flöz
in coproduzione con Theaterhaus Stuttgart, Theater Duisburg, Theater Lessing Wolfenbüttel. Sostenuto dal Fondo Culturale della Capitale

In una maestosa villa sul mare, tutto è pronto per la celebrazione di un matrimonio e della conseguente festa. Dietro la villa, si nasconde un cortile, sporco e caotico, dove il personale lavora senza sosta per cucinare, preparare, sorvegliare, pulire, riordinare. Dal custode al cuoco, dalla donna delle pulizie al direttore, tutti fanno del loro meglio per rendere la festa nella casa padronale un’esperienza indimenticabile. All’ombra della villa, la servitù cerca di assicurarsi il proprio posto nel rigido ordine gerarchico. Condannati a passare una vita in secondo piano, lottano per la dignità e per il rispetto dei forti e dei ricchi.

Quando una donna fa la sua apparizione nel cortile, questo ordine viene lentamente ma inesorabilmente scardinato. Incinta e con uno zaino pesante cerca rifugio nel cortile. In cambio di protezione e dello stretto necessario, offre discretamente il suo aiuto. Come per magia, la sconosciuta tesse una fitta rete di relazioni e la vita dei residenti e del personale inizia a cambiare in modo impercettibile. La rigidità lascia il posto alla flessibilità, i desideri irrealizzabili vengono esauditi e gli attacchi di panico vengono placati dalla forza della nuova vita. Mentre il matrimonio viene celebrato nella villa con glamour, feste e danze, la celebrazione della vita avviene nel cortile, con tutti i suoi abissi e le sue contraddizioni.

 

FESTE è una favola senza parole per adulti, in una poetica miscela di tragedia e slapstick. Una storia sulla ricerca della felicità individuale, ma dietro la quale si nasconde ben altro.

Prossime
date

08/03 Ore
21.00
Sacile
Teatro Zancanaro

Viale Zancanaro, 26 – Sacile (PN)

Info e prenotazioni

tel: 0434 780623

email: info@teatrozancanaro.it

Acquista
09/03 Ore
20.45
Artegna
Monsignor Lavaroni

Piazza Marnico, 20 – Artegna (UD)

Info e prenotazioni

tel: 331 8210675

mail: info@teatroartegna.it

Acquista