Ho perso il filo

Angela Finocchiaro
Stagione
2021/2022

soggetto di Angela Finocchiaro, Walter Fontana, Cristina Pezzoli

con Angela Finocchiaro

e le creature del Labirinto: Alis Bianca, Giacomo Buffoni,

Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito

testo: Walter Fontana

regia di Cristina Pezzoli

coreografie originali: Hervé Koubi

 

produzione: AGIDI

Una commedia, una danza, un gioco, questo è Ho perso il filo. In scena un’Angela Finocchiaro inedita, che si mette alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina anticonvenzionale e pasticciona che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro.

 

Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli: oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro. Una volta entrata, però, viene assalita da strane Creature, che la circondano, la disarmano, la frullano come fosse un frappè, lasciandola disorientata e intimorita. Angela scopre così di essere finita in un luogo magico ed eccentrico, un Labirinto, che si esprime con scritte e disegni e la sfida, in un gioco allegro e un po’ crudele, a ritrovare la via d’uscita.

 

Una tappa dopo l’altra, superando trabocchetti e prove di coraggio, con il pericolo incombente di un Minotauro affamato di carne umana, Angela viene costretta a svelare ansie, paure, ipocrisie che sono sue come del mondo di oggi e a riscoprire il senso di parole come coraggio e altruismo. Alla sua maniera naturalmente, facendo scoprire agli spettatori il lato più tragicomico della sua tutt’altro che eroica esistenza, e nonostante le incursioni delle Creature del Labirinto, che la rimbalzano per la scena e vorticano attorno a lei come spiriti dispettosi.

 

Lo spettacolo vive proprio del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica e primitiva delle Creature del Labirinto, che sfocia in un finale inatteso, una festa collettiva coinvolgente e liberatoria. Dall’esilarante racconto del mito del Minotauro al rocambolesco ricordo della propria giovinezza, passando per l’ironica rilettura del rapporto con Dio. Tra la comparsa del vero Teseo e l’irridente tratteggio del nostro rapporto con la tecnologia, Angela Finocchiaro diverte ed emoziona in un crescendo di battute e danze acrobatiche che culmina nel combattimento finale tra Angela e il Minotauro, una danza strampalata dal profumo di slapstick comedy.

Si ride, ci si emoziona, si gode uno spettacolo che si avvale di più linguaggi espressivi grazie agli straordinari danzatori e naturalmente alla capacità comica di Angela Finocchiaro di raccontare un personaggio che è molto personale e allo stesso tempo vicino al cuore di molti.

Prossime
date

Teatro Adelaide Ristori

Via Ristori, 32 – Cividale del Friuli (UD)

Info / prenotazioni

Teatro

tel: 0432 731353

mob: 3884969684

email: teatroristori@cividale.net

 

Biglietteria ERT

tel: 0432224246

 

 

Date
precedenti

ho perso il filo angela finocchiaro
ho perso il filo angela finocchiaro
ho perso il filo angela finocchiaro
ho perso il filo angela finocchiaro