Teatri

Cividale del Friuli

Teatro Adelaide Ristori

Via Ristori, 32 – Cividale del Friuli (UD)

Inizio spettacoli
21
Info & prenotazioni

Teatro

tel: 0432 731353

mob: 3884969684

email: teatroristori@cividale.net

 

Biglietteria ERT

tel: 0432224246

 

 

STAGIONE 2021/2022

Biglietti prosa e danza:

Platea intero € 25 / Ridotto € 22 / Ridotto giovani (under 25) € 17

Galleria intero € 22 / Ridotto € 20 / Ridotto giovani (under 25) € 15

Riduzioni per over 65 e abbonati alle Stagioni ERT

Biglietti musica:

Biglietto unico pomeridiana € 15

Biglietto unico serale € 25

 

Abbonamento prosa:

Platea intero € 120 / Ridotto € 108 / Ridotto giovani € 90

Galleria intero € 108 / Ridotto € 90 / Ridotto giovani € 72

Gli abbonati al momento della sottoscrizione hanno la possibilità di acquistare i biglietti a prezzo ridotto dei due appuntamenti fuori abbonamento (musica/danza):

  • DANTE IN MUSICA Biglietto ridotto €. 10,00 per la pomeridiana (gratuito under 25) e €. 15,00 per il serale
  • BLU INFINITO Biglietto ridotto €. 15,00

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI:

Il rinnovo degli abbonamenti è possibile da lunedì 18 ottobre a giovedì 21 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00, e prosegue venerdì 22 e sabato 23 dalle ore 17.00 alle ore 20.00.

Sottoscrizione nuovi abbonamenti, invece, al via da lunedì 25 ottobre a giovedì 28 ottobre dalle 9.00 alle 12.00 e venerdì 29 e sabato 30 dalle ore 17.00 alle 20.00.

 

PREVENDITA BIGLIETTI:

A partire da martedì 2 novembre è possibile prenotare i biglietti per i singoli spettacoli scrivendo a teatroristori@cividale.net oppure a biglietteria@ertfvg.it.

Il ritiro e l’acquisto si può finalizzare il giorno precedente lo spettacolo dalle 17 alle 19 e la sera dello spettacolo due ore prima dell’inizio.

Spettacoli

CIVIDALE DEL FRIULI, CON DEDICA A UNA GRANDE ATTRICE

 

Il Teatro Sociale, che diventerà ben presto “Adelaide Ristori” in onore dell’attrice risorgimentale nata a Cividale del Friuli, viene costruito nel 1815 in “contrada San Tomaso” sulla proprietà di Francesco Nussi e inaugurato con un’opera di Rossini, Il turco in Italia. Successivi passaggi, del 1838 e del 1876, ne mutano più volte l’aspetto e le funzioni.

Nella corso della Prima Guerra Mondiale viene, ad esempio, adibito a ospedale e sinagoga, durante la seconda a magazzino militare. Nel 1959 Aldo e Romano Cumini rientrati da poco tempo a Cividale, dopo oltre 10 anni trascorsi in Venezuela come lavoratori emigranti, decidono di investire i propri risparmi in una radicale ristrutturazione della storica sala. Ermes Midena, architetto incaricato dall’Amministrazione comunale, trasforma il vecchio teatro all’italiana, provvisto di palchetti nei tre ordini di galleria, in un edificio polifunzionale da adibire soprattutto a cinematografo. La nuova sala appare più grande e accogliente, con una platea di circa 450 posti, un settore di galleria di circa 200 posti e due macchine di proiezione.

La gestione ordinaria dell’impresa F.lli Aldo e Romano Cumini ha una durata contrattuale di 30 anni, ma prima della scadenza, a causa delle nuove normative di sicurezza, il Ristori rientra in totale proprietà dell’Amministrazione comunale che si appresta a nuove ristrutturazioni, nel 1988 e nel 2011, per la riqualificazione del comfort della sala e la messa in sicurezza della struttura, impianti e uscite d’emergenza comprese.

L’incarico di gestione e di sorveglianza affidato alla stessa impresa Cumini, (che riconosciuta come impresa familiare, gestirà il locale fino al 2007) passa dal gennaio 2008 all’ERT che ancora cura le stagioni di prosa, musica e danza. Dopo 200 anni, lo storico teatro, dal volto completamente rinnovato, mantiene la sua principale funzione di riferimento culturale, sociale e di intrattenimento a Cividale del Friuli.

 

Angela Zappulla

assessore alle Attività produttive, Servizi demografici, elettorali e statistici, Cultura
(in collaborazione con il Sindaco) e Pari Opportunità del Comune di Cividale del Friuli

 

Fabio Cumini

direttore di sala del Teatro Ristori